Torna a tutte le news

Parte la “La Cucina Collaborativa”, un progetto di co-design comunitario sul sistema di donazione del cibo

Il Laboratorio Aperto è tra i sostenitori insieme a Reggio Children, Fondazione Reggio Children e Pause – Atelier dei Sapori del progetto “La Cucina Collaborativa”, ideata dal Design Policy Lab (Dipartimento di Design, Politecnico di Milano) in partnership con Caritas – Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla e EIT-Food.

Il progetto mira ad aumentare la circolarità del sistema di donazione del cibo attraverso un processo di co-design che coinvolga una rete territoriale estesa di attori rilevanti.

“La Cucina Collaborativa” è tra i primi progetti finanziati nell’ambito dell’importante programma della Commissione Europea “The New European Bauhaus” (NEB) attraverso l’ente europeo EIT Food.

L’aumento dei livelli di insicurezza alimentare e malnutrizione sono tra le sfide urbane più rilevanti associate agli impatti della pandemia COVID-19 nelle città europee. 

Il NEB ha l’obiettivo di stimolare la ripresa post-COVID delle città e delle comunità europee affrontando questioni come l’accessibilità alimentare, la circolarità e la resilienza urbana attraverso i principi di inclusività, sostenibilità e qualità dell’esperienza.

20 settembre: il lancio del progetto

Lunedì 20 settembre presso il Centro Loris Malaguzzi si è tenuto l’evento di lancio dell’azione durante il quale sono intervenuti i soggetti coinvolti e gli enti promotori. Hanno introdotto le attività della giornata Stefano Maffei (Project Lead, Professore Ordinario del Politecnico di Milano) e Isacco Rinaldi (Direttore, Caritas Reggio Emilia) mentre Tommaso Emiliani (EIT Food) ha parlato dell’approccio e degli obiettivi del NEB.

Sono intervenute anche Claudia Giudici (Reggio Children) e Antonietta Serri (Consorzio Quarantacinque), rappresentando le prime organizzazioni territoriali che hanno manifestato l’intenzione a partecipare al progetto sostenendo il Design Policy Lab e Caritas Reggio Emilia.


Per affrontare queste sfide – ha detto Marco Colombo,  Responsabile alla Distribuzione Alimentare Caritas – “Occorre tenere le persone e i loro bisogni al centro del sistema della donazione (…) provvedendo con quello che davvero serve ai loro bisogni”.
Martina Carraro, Dottoranda di ricerca del Design Policy Lab del Politecnico di Milano ha introdotto poi gli obiettivi e il processo del progetto, che ripensa il concetto del dono ed il ruolo di coloro che lo ricevono.

Gli obiettivi de “La Cucina Collaborativa” e il Laboratorio Aperto


Lo scopo del progetto è immaginare soluzioni che ripensano il sistema del dono reggiano non solo per ridurre lo spreco alimentare, ma anche per sostenere i processi di inclusione di persone e comunità.

Il Progetto ha già trovato il supporto di alcuni enti del territorio, tra cui il Laboratorio Aperto dei Chiostri di San Pietro.

La missione del Laboratorio è animare la community reggiana dell’innovazione sociale, offrendo opportunità di apprendimento, di sperimentazione e forme di progettazione aperte e partecipative – proprio come nello spirito del progetto – fondando le attività sulle nuove dimensioni di economia collaborativa, sui beni comuni e sulla cultura digitale. 

L’innovazione sociale e la progettazione partecipata, inoltre, sono elementi che contraddistinguono le diverse attività presenti all’interno del Laboratorio, tra cui quelle di Food in Chiostri.

Food in Chiostri non è solo lo spazio Caffetteria e ristoro dei Chiostri di San Pietro, ma è un luogo in cui il gusto diventa protagonista di nuovi progetti a partire dal cibo, un luogo dedicato a sostenibilità, rigenerazione, tradizione e innovazione.

Assieme a Pause – Atelier dei Sapori (impresa di Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi che da aprile 2021 gestisce Food in Chiostri) il Laboratorio Aperto crea opportunità di apprendimento e partecipazione legate al “fare”, per sostenere e promuovere la coesione sociale e la sostenibilità, valorizzare il territorio e i suoi prodotti tipici.

Le prossime tappe del progetto

Fino alla fine di novembre “La Cucina Collaborativa” coinvolgerà le persone del sistema di dono alimentare Caritas: commensali, volontari e donatori, ma anche rappresentanze delle istituzioni, del terzo settore e delle imprese, attraverso una serie di attività di ricerca e ascolto interattivi che precederà la realizzazione di tre workshop ufficiali, che si terranno presso Caritas Reggio Emilia e presso il Laboratorio Aperto dei Chiostri di S. Pietro.

Per maggiori informazioni: info@designpolicy.eu